DOMENICA 15 GENNAIO

giornatamigrante 

 

ECCO L’AGNELLO DI DIO !

II Domenica - Anno A – 15 gennaio 2017

 

Gv 1, 29-34 Ecco l'agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo.

03domenicaII

Il Dio che viene ad incontrarci nella Bibbia non regna, indifferente alla sofferenza umana, in una lontananza beata. E' un Dio che, al contrario, si prende a cuore tutta questa sofferenza. Lui la conosce (Es 3,7). La notizia di Dio che si fa uomo in Gesù non ci lascia di sasso: Dio viene nel cuore della nostra vita, si lascia toccare dalla nostra sofferenza umana, si pone con noi le nostre domande, entra nella nostra disperazione. Giovanni Battista dice di Gesù: “Ecco l’Agnello di Dio, che toglie il peccato del mondo”. Ecco questo Dio che si lascia ferire dalla cattiveria dell’uomo, che si lascia commuovere dalla sofferenza di questa terra.
Egli ha voluto avvicinarsi il più possibile a noi, è nel seno della nostra vita, con i suoi dolori e le sue contraddizioni, i suoi fallimenti e i suoi abissi.

È in questo che la nostra fede cristiana si distingue da qualsiasi altra religione. Il Dio di Gesù Cristo è un Dio vicino al mio dolore, egli mi capisce, sa come mi sento.

Questa notizia implica allo stesso tempo un’esistenza scomoda: oggi la GIORNATA MONDIALE DEL MIGRANTE E DEL RIFUGIATO ci invita a pregare e ad impegnarci per coloro che, nel nostro mondo, stanno letteralmente affondando o nelle nostre città naufragano nell’anonimato... e spesso sono bambini, come ci ricorda Papa Francesco!

Tra i poveri, i più vulnerabili!

Sono tutti tuoi fratelli e tue sorelle!

  

 P. Gaetano SARACINO, cs

rettore della MCI di Parigi (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

_______________________________________________________________________________________

N.B. Per gli avvisi parrocchiali vai a --> 

       Si ricorda che è possibile celebrare sante messe in suffragio dei vostri defunti.
       Rivolgersi a: segreteria della missione